You are here

Tecniche: riequilibriamo i canali energetici

 

Prima di cominciare, troviamo un posto tranquillo, e sediamo a terra o su una sedia. Cerchiamo di trovare una posizione comoda, tenendo la schiena dritta, ma non troppo rigida.

Apoggiamo le mani, con i palmi rivolti verso l'alto, sulle ginocchia. Rimaniamo per un po' in silenzio..... poi “ascoltiamo” le mani, magari sollevandole leggermente dalle ginocchia, e cercando di percepire i segnali che da esse ci derivano. Le sensazioni possono essere molto diverse a seconda del momento. Se sentiamo una brezza fresca fuoriuscire da entrambe le mani, allora significa che il nostro corpo energetico è equilibrato e la Kundalini fluisce liberamente nella sua ascesa.

Se invece avvertiamo una sensazione di calore fuoriuscire dalle mani, o da una sola mano, allora significa che la Kundalini, nel "lavoro di pulizia" che sta compiendo su alcuni chakra, sta producendo del calore. A questo punto si può intervenire per aiutare questo processo di "riequilibrio" tramite semplici tecniche.

Si possono distinguere tre differenti casi:

Calore o pesantezza sulla mano sinistra: portiamo la mano destra a terra, con il palmo appoggiato sulla terra (o con la punta delle dita verso terra se sediamo su una sedia), e lasciamo la mano sinistra aperta sul ginocchio; rimaniamo così per un po', facendo se desideriamo anche alcuni respiri rilassati e profondi. L'effetto di questa tecnica è di far sì che tramite la mano sinistra vengano assorbite vibrazioni, mentre la pesantezza del canale sinistro viene assorbita attraverso la mano destra dalla terra. Quindi l'elemento usato in questo caso è la terra.

Calore o pesantezza sulla mano destra: alziamo la mano sinistra vicino alla spalla, con il palmo rivolto verso l'indietro, e lasciamo la mano destra aperta sul ginocchio; rimaniamo così per un po'. L'effetto di questa tecnica è di far sì che il calore/pesantezza del canale destro venga dissolto attraverso la mano sinistra verso l'elemento aria. L'elemento usato in questo caso è l'aria.

Calore o pesantezza su entrambe le mani: portiamo entrambe le mani verso terra, con i palmi appoggiati sulla terra (o con la punta delle dita verso terra se siamo seduti su una sedia). Restiamo in questa posizione per un po'. In questo caso usiamo ancora l'elemento terra.

Dopo alcuni minuti, riportatiamo le mani sulle ginocchia. Valutiamo nuovamente il nostro stato interiore attraverso le sensazioni che provengono dalle nostre mani. Se necessario, ripetetiamo l'esercizio.

 

   Ritorna all'Indice                         Vai al capitolo successivo

 

Shri Ganesha