You are here

I canali energetici

 

Abbiamo visto che in termini medici il sistema nervoso autonomo è suddiviso in due sottosistemi: il sistema parasimpatico e il sistema simpatico (di destra e di sinistra). Nello Yoga esiste una corrispondenza tra il nostro sistema nervoso autonomo ed i canali energetici, ovvero esiste un canale energetico centrale (Sushumna Nadi o parasimpatico) ed i canali laterali destro e sinistro (Pingala e Ida Nadi). In realtà, più precisamente, i canali energetici che si sviluppano lungo la nostra colonna vertebrale sono intrecciati fra loro all'altezza di ciascun chakra, ma per semplicità di rappresentazione li raffigureremo come separati.

Il corpo sottileIl canale desto (Pingala Nadi) è il canale solare, quello che ci fornisce l'energia per la nostra azione fisica e mentale. Esso parte dal secondo chakra  e termina all'altezza del sesto chakra, nella parte sinistra della testa. È il lato solare e maschile dell’essere umano attraverso il quale noi possiamo pensare, creare, pianificare ed agire; quando è bilanciato ci permette di essere dinamici e creativi in modo spontaneo. Quando invece viene utilizzato eccessivamente la persona tende ad essere iper attiva e razionale, con una forte identificazione con le proprie capacità ed esigenze. Tende inoltre ad essere dominante ed aggressiva e con l'attenzione spesso rivolta al futuro; non riesce a fermarsi o a rilassarsi facilmente e spesso ha problemi di insonnia, stress, ipertensione, gastrite e, in alcuni casi, anche problemi cardiaci.

Il canale sinistro (Ida Nadi) è il canale lunare, che è correlato invece alle emozioni, ai sentimenti, ai ricordi del passato. È il lato lunare e femminile dell'essere umano nel quale si manifestano istinti ed intuizioni. Esso parte dal primo chakra e termina all'altezza del sesto chakra,  nell'emisfero destro della nostra testa. Questo canale in definitiva alimenta pensieri rivolti al passato e alle nostre esperienze emozionali. Quando è in equilibrio esso ci dona il puro desiderio per l'evoluzione spirituale e la gioia piena, incondizionata dell'esistenza. Quando viene utilizzato in modo eccessivo può invece portarci all'iper-emotività, ad essere facilmente influenzabili e condizionabili, ad essere lamentosi, pigri ed attaccati alle persone, ed in casi più gravi alla letargia ed alla depressione.

Il canale centrale, o Sushumna nadi, è il canale dell'evoluzione, ovvero quello che ci consente di riportare in equilibrio razionalità ed emozioni, per vivere una vita sana ed armoniosa. Esso parte dall'osso sacro e giunge fino al settimo chakra, il chakra dello yoga. È l’energia che ci consente di stare nel presente, in equilibrio, e di evolvere.

Per la grande maggioranza delle persone, si riscontra l'iperattività dell'uno o dell'altro canale, il quale tende così a diminuire il proprio stato energetico e a discostarsi da quello centrale.

Con il risveglio della Kundalini, che sale lungo il canale centrale per collegare l’essere umano all’energia onnipervadente dell’Amore Divino, l’attività dei canali laterali diminuisce mentre quella del canale centrale aumenta. Gradualmente, le tensioni create dal movimento dei canali di destra e di sinistra si allentano e lo spazio tra i pensieri si allunga fino a stabilizzare uno stato di pace e silenzio interiore.

 

   Ritorna all'Indice                         Vai al capitolo successivo

 

Shri Ganesha